Pagine

20.6.12

Autoconvinzioni

A volte capita di sentire rumori che non ci sono,
il nostro nome urlato per strada,
chiacchiere sul tram che pensiamo siano riferite a noi o a qualcuno che conosciamo..

A volte addirittura ci capita di vivere emozioni, situazioni e storie d'amore che ci siamo inventati.
Sì sembravano così reali lì per lì, mentre le vivevamo.
Gli odori, i profumi, le carezze, le parole.
Sembrava tutto così vero.
E così SINCERO.

Ma poi il ricordo un pò si appanna e le membra si risvegliano di colpo.

Ed è proprio in quel momento che ci rendiamo perfettamente conto che ci stavamo sbagliando.
Che probabilmente la realtà non è che un millesimo di tutto quello che abbiamo pensato di vivere e di sentire e di provare e di ricevere.

E poi succede questo: la consapevolezza o ci fortifica o ci distrugge.

E 'sto giro non mi sento distrutta.

Mi sento delusa quello sì.
Ma non distrutta.
Il dolore che provo non è nulla in confronto alla delusione.
Pensandoci bene è stata una delusione come tutte le altre.

Solo che più voli in alto più la caduta è dolorosa.
E quando una storia non va, la delusione non arriva di colpo ma spunta piano piano e te la covi per tutto l'ultimo periodo!

E il nostro ultimo periodo è da un pò che si era affacciato nella nostra storia.

Peccato che il mio inguaribile ottimismo mi porti sempre a sforare coi tempi, a voler sperare fino all'ultimo che ci sia ancora uno spiraglio di luce.
Per noi.

Ma poi non è così.

L'altra persona non è più lei. Tu non sei più tu.
E poi c'è quella frase. Quel Stiamo rischiando di rovinare tutto!
E lì per lì ti trovi d'accordo con quell'affermazione e dici Sì ok fermiamoci, non roviniamo tutto..

Ma poi torni a casa e ci pensi.

E vaffanculo tu non stai rovinando proprio un cazzo.

Non sei tu dei due che ha rovinato qualcosa.

E no!
Il senso di colpa non lo voglio questa volta. Ma nemmeno un pò.
Ho fatto di tutto per vivere senza rimpianti o rimorsi e adesso no cazzo!

Io non stavo rovinando proprio niente.
Al diavolo il senso di colpa!
Ma de che???
Io ho dato anema 'e còre per noi due e non mi trascinerai dalla parte del senso di colpa.
Dove invece sei tui.
E sai che è stato tuo l'errore, più che mio.
..E continui a farne.
Lui sa benissimo cosa sta combinando.A me e a lui.
A noi.

Sopratutto ora che un noi non c'è più.
E se non c'è più non è perchè stiamo rovinando qualcosa.

È stato bello finchè è durato ho sognato.

2 commenti:

giardigno65 ha detto...

Dammi la tua mano

“Oggi mi piace molto meno la vita
ma sempre mi piace vivere...”
César Vallejo

Dammi la tua mano
amore
non lasciare che affondi
nella tristezza.
Già il mio corpo apprese
il dolore della tua assenza
e nonostante i colpi
vuole continuare a vivere.
Non allontanarti
amore
incontrami nel sogno
difendi la tua memoria
la mia memoria di te
che non voglio sviare.
Siamo la voce
e l’eco
lo specchio
e il volto
dammi la tua mano
attendi
devo aggiustare il mio corpo
fino a raggiungerti.
Claribel Alegría

veronica ha detto...

Grazie per le parole sempre azzeccatissime.. ;)